Società Civile Di Pietro Occhetto - Logo Gruppo Consiliare Comune di Bologna Titolo Il Cantiere Titolo
     
  scelta del carattere A A A
 

 

Comunicato stampa dell'Altra Sinistra del 25 ottobre 2005

I CONSIGLIERI COMUNALI DELL'ALTRA SINISTRA FRA I DIMOSTRANTI E LE FORZE DI POLIZIA


pagina per stampa


Rassegna Stampa

Monteventi: "E' colpa di chi ha gestito l'ordine pubblico" - da "Il Domani" del 26 ottobre 2005 (file pdf)

Di Nicola: "La sicurezza chiede legalità. Spegneremo queste scintille" - da "Il Resto del Carlino" del 26 ottobre 2005 (file pdf)

Il Procuratore: "La violenza sarà perseguita, aspettiamo il rapporto Digos" - da "L'Unità" ed Bo del 26 ottobre 2005 (file pdf)

 

 

 

home/rassegna stampa/comunicato stampa dell'Altra Sinistra

 

 


I CONSIGLIERI COMUNALI DELL'ALTRA SINISTRA FRA I DIMOSTRANTI E LE FORZE DI POLIZIA

 

Durante i lavori del Consiglio Comunale del 24 ottobre, non appena la seduta è stata sospesa, siamo scesi per esercitare un ruolo di mediazione e per essere intrepreti delle richieste dei manifestanti di accedere alla sala del Consiglio.

In un primo momento abbiamo raggiunto l’ingresso di Palazzo Re Enzo. Lì era seduto un giovane studente, sanguinante, che applicava una busta di cubetti di ghiaccio alla vistosa ferita al capo, conseguente ad un colpo di manganello ricevuto. Il giovane, dopo circa 10 minuti è stato prelevato da un’ambulanza del 118 e trasportato all’ospedale S. Orsola. Nelle ore successive, il consigliere Panzacchi è rimasto in contatto con un accompagnatore che ha comunicato notizie sulle condizioni di salute del ferito.

Riavvicinatici al portone del Palazzo Municipale, abbiamo rilevato una situazione di crescente tensione e ci siamo inseriti fra i manifestanti ed il cordone di forze di polizia, come elemento di interposizione.

Eravamo di fianco al vice questore ed erano con noi un dirigente sindacale e due dirigenti politici di Rifondazione comunista (uno dei quali colpito immediatamente alle spalle da una manganellata al capo).

Nel tempo in cui ci siamo frapposti allo schieramento di polizia ed ai manifestanti, abbiamo notato che non venivano lanciati oggetti contundenti di alcun tipo e che nessuno dei giovani era armato di bastoni o altro.

Riteniamo che il comunicato del procuratore Di Nicola non faciliti il tentativo di ristabilire una serenità utile alla comprensione di istanze reali rappresentate dagli studenti. A tali finalità era ispirato il nostro intervento. Le dichiarazioni del Magistrato rischiano, nonostante il tentativo dichiarato di “spegnere le scintille”, di alimentare una contrapposizione che intendiamo debba rimanere esclusivamente sul terreno dialettico e del confronto politico.

Bologna, 25 ottobre 2005

VALERIO MONTEVENTI (indip. - Rifondazione Comunista)
ROBERTO SCONCIAFORNI (Rifondazione Comunista)
ROBERTO PANZACCHI (Verdi per la pace)
SERAFINO D’ONOFRIO (Il Cantiere)