Società Civile Di Pietro Occhetto - Logo Gruppo Consiliare Comune di Bologna Titolo Il Cantiere Titolo
     
  scelta del carattere A A A
 

 

 

Intervento del Consigliere D'Onofrio in data 17.01.05

Rassegna Stampa

- Mura: niente fondi Mambo per osterie, pub e take away - da "La Repubblica Bo" del 18.01.05 (file pdf)

- L'Assessore Mura: i fondi pubblici non saranno per pub e take away - da "L'Unità edizione Bo" del 18.01.05 (file pdf)

 

home/interventi/in data 17 gennaio 2005


Domanda di attualità presentata nella seduta del Consiglio Comunale del 17. 1.2005

Mambo SI, Take a way NO

Il confronto con i Comitati dei cittadini sui temi del degrado continua utilmente. Oggi pomeriggio si terrà l'ultima riunione del Tavolo predisposto dal Quartiere Saragozza sui problemi di vivibilità di via del Pratello e giovedì il Sindaco ed il prof. Pavarini incontreranno a loro volta i comitati, illustrando le proposte dell'Amministrazione.
Esiste, però, un bando che rientra nel progetto MAMBO (con scadenza di presentazione delle domande al 31 marzo prossimo) che prevede finanziamenti per la localizzazione ed avvio di attività anche nel centro storico (Pratello e strade limitrofe comprese) di commercio al dettaglio che escludano frutta, verdura, bevande e bibite ma che prevedano, invece, l'apertura di esercizi di vicinato alimentari e di prodotti gastronomici tipici.
Ma, allora, perché l'allarme ?
Perché la pizza ed il kebab sono prodotti gastronomici tipici e, di qui, il timore di un'ulteriore apertura agevolata e finanziata dal Comune di nuovi negozi TAKE A WAY, che si aggiungerebbero ai tanti già presenti, alle tante osterie con verandina e stufetta, ai tanti circoli/discoteca. Insomma, l'insieme di locali che turbano ed impediscono il sonno dei residenti, conferendo, peraltro, al Pratello un'immagine ricreativa che storicamente non ha mai avuto, nella quale si producono e si consumano pizze e kebab in quantitativi superiori a quelli di Torre del Greco e di Istambul.

Chiedo

Ø che l'Amministrazione precisi che tale bando riguarda soltanto prodotti artigianali di nicchia e di qualità, confezionati e non serviti caldi (paste alimentari crude, focacce, prodotti caseari, dolciumi),
Ø che l'Amministrazione assicuri che tale bando non sarà utilizzato per l'apertura camuffata di nuovi esercizi di prodotti alimentari caldi da asporto, con annesse bevande.



Serafino D'Onofrio