Società Civile Di Pietro Occhetto - Logo Gruppo Consiliare Comune di Bologna Titolo Il Cantiere Titolo
     
  scelta del carattere A A A
 

 

 

Intervento di inizio seduta in Consiglio Comunale del 19 febbraio 2007


pagina per stampa


Rassegna Stampa

L'assessore Santandrea: "Vogliamo cambiare il sistema di riscossione degli affitti in Piazzola" - da "L'Unità" ed Bo del 20 febbraio 2007 (file pdf)

Ferrara, Gestor esclusa da una gara pubblica - da "La Repubblica" ed Bo del 20 febbraio 2007 (file pdf)

Carte false per l'appalto. Ferrara denuncia Gestor - da "Il Bologna" del 20 febbraio 2007 (file pdf)

"Attenti alla Gestor". D'Onofrio avverte il comune: "A Ferrara è sotto inchiesta: perchè fidarsi ancora?" - da "Il Domani" del  20 febbraio 2007 (file pdf)

 

Documenti correlati

 

 

 

 

home/interventi/perchè fidarsi ancora di Gestor?








PERCHE’ FIDARSI ANCORA DI GESTOR?

La situazione del mercato della Piazzola è grave e l’operazione ordinata dalla Magistratura bolognese ed eseguita dalla Guardia di Finanza il 9 febbraio scorso ha confermato le più pessimistiche denunce.

Una morosità altissima da parte di numerosissimi ambulanti titolari di piazzole di vendita. Tante postazioni di vendita che vengono affidate dai “titolari” ad altri, per periodi vari, senza che la stessa Amministrazione Comunale sia a conoscenza di chi occupa gli spazi ed a quale titolo. Un sistema di evasione fiscale evidente e riscontrato .

La società GESTOR, concessionaria della riscossione dei tributi per l’occupazione di suolo pubblico nella nostra città, avrebbe dovuto garantire il recupero regolare delle quote ma abbiamo avuto numerose conferme che l’efficacia dell’Azienda nel perseguire la morosità e, quanto meno discutibile.

Inoltre, un episodio recente getta una luce ancor più inquietante sulla GESTOR, che ha cercato malamente di partecipare alla gara per la concessione della tassa sulla pubblicità indetta dal Comune di Ferrara. L’episodio risale a 2/3 settimane or sono.

Il Bando COSAP del Comune di Ferrara prescriveva, come requisito essenziale, che le aziende concorrenti non avessero presentato bilanci in perdita nei tre anni precedenti. La GESTOR, pur avendo chiuso i bilanci con perdite consistenti, ha presentato ugualmente la domanda, corredata da una autocertificazione che confermava la positività della propria condizione economica.

Ad un controllo dell’Amministrazione Comunale di Ferrara, è emerso subito evidente il dato falsato e la GESTOR è stata esclusa dalla gara e la documentazione è stata trasmessa alla Procura della Repubblica di Ferrara per il seguito di competenza.

Quando ho ricevuto in forma anonima un CD contenente copia di una ponderosa documentazione che testimonia la scarsa affidabilità dell’ Azienda, per le sentenze emesse e per le denunce presentate contro di essa ed anche per il rilevante stato di conflittualità con parte delle Amministrazioni che l’avevano scelta come concessionaria, ho iniziato a nutrire seri dubbi sulla credibilità della GESTOR.

Oggi, è necessario:
cercare di garantire il recupero delle somme di morosità relative agli anni precedenti al 2004;
rivedere la disciplina della Tassa per l’occupazione di suolo pubblico consentendo che gli ambulanti morosi perdano la concessione del posto in mercato;
evitare che chi è moroso possa cedere o acquisire da altri anche temporaneamente la licenza;
redigere un nuovo regolamento per il mercato della Piazzola, che deve essere nuovamente un luogo di commercio e di trasparenza.

Ma come può il Comune di Bologna continuare a fidarsi di un’Azienda così?

Serafino D’Onofrio